I capelli crespi sono certamente una delle condizioni “peggiori” per la chioma femminile. Una capigliatura dallo sgradevole effetto paglia, che tuttavia non è affatto irrimediabile: vediamo come fare per poter dare l’addio ai capelli crespi e riconquistare una nuova bellezza di stile!

Un aiuto del parrucchiere

Il primo “luogo” attivabile per poter ripristinare la corretta salute della chioma è il parrucchiere. Meglio pertanto farsi aiutare da un esperto attraverso un trattamento specifico che possa rafforzare i capelli e dar loro nuova energia. Nel salone di bellezza il vostro hairstylist saprà certamente individuare e applicare il trattamento più utile per poter ridurre il volume dei capelli e renderli docili al pettine. Si tratta di trattamenti con una discreta durata, da ripetere una volta ogni 30-45 giorni.

A Casa

Come intuibile, il solo intervento del parrucchiere non è sufficiente per poter donare una nuova salute alla vostra chioma: occorre infatti che vi sforziate mediante qualche piccolo accorgimento domestico. Ad esempio, potete rifornire la vostra “dispensa” di soli prodotti anti crespo: shampoo, balsamo e prodotti curativi per il benessere della chioma. E, a seguire, una maschera idratante da applicare una volta alla settimana per poter assicurare alla capigliatura un valore aggiunto in termini di idratazione e di luminosità.

Dateci un taglio

Ricordate anche che di norma per poter eliminare le doppie punte (tra le cause principali del crespo) è sufficiente procedere a una spuntatina ogni due-tre mesi. Se avete i capelli ricci, le forbici del parrucchiere dovranno essere in grado di far venire alla luce i boccoli nella loro naturalezza, avendo comunque l’accortezza di alleggerire la massa interna per poter ottenere ricci definiti e elastici.

Rimedi anti-crespo

In commercio esistono numerosissimi rimedi che potrebbero darvi una seria mano d’aiuto per superare l’odiato crespo. Ad esempio, è possibile acquistare degli appositi per capelli crespi, o dei gel naturali che rappresentano un utile trattamento quotidiano (si pensi, a titolo di esempio, agli oli ai semi di Macadamia o di Argan, molto indicati per poter contrastare la secchezza della fibra capelluta e il capello crespo).

Pettinature ad hoc

Infine, ricordate che ci sono alcune pettinature che potranno tenere a bada meglio di altre i vostri capelli crespi. Si pensi – ad esempio – a trecce, code e chignon. Naturalmente, anche in linea con le mode del momento, meglio non eccedere con i look rigidi e strutturati: si può ben lasciare qualche ciuffetto ribelle per rendere il look più sexy e naturale. Inoltre, se avete i capelli crespi, potete anche cercare di sfruttare questa caratteristica: si pensi a uno chignon in stile nido d’ape, che necessita di un volume che grazie all’effetto crespo potrà essere raggiunto più agevolmente.

#1: Onde in caduta libera

#2: Corona reale

#3: "Coda di pesce" e Treccia alla francese

#4: Trecce e chignon

#5: Chignon spettinato

#6: Treccia con coda di cavallo finale

#7: Coda di cavallo

#8: Metà e metà